Don’t ask me to go out.

Buongiorno.

Si, sono le 13.04 mentre sto scrivendo questo articolo, e molto probabilmente quando lo pubblicherò, l’orario sarà sbagliato, ma è il concetto quello che conta: sono ancora in tempo per dire “Buongiorno”.

Oggi finalmente c’è il sole, non mi sembra vero. Ormai non sapevo neanche più come fosse fatto e quanto la giornata possa sembrare meno schifosa quando è baciata da dei tenui raggi di sole: perché si, è un sole un pochino malato, che a volte viene nascosto da delle nuvole, però almeno c’è.

Insomma, questa mattina non è successo niente di interessante, come da copione d’altra parte, e credo che il pomeriggio seguirà lo stesso filo conduttore.

Potevo uscire in questa giornata, visto che quando mi sono svegliato ho trovato un messaggio della mia migliore amica con scritto “Esci domani pomeriggio ?”, ma ovviamente le ho detto di no.

Ormai è più forte di me, chiedetemi di uscire e io vi risponderò sempre di no, oppure troverò una scusa che funzionerà come “mi piacerebbe tanto, ma oggi proprio non posso”: in tutti i modi, io non uscirò di casa.

Sono a conoscenza del male che mi sto facendo, ma per adesso mi sta bene così.

Tra l’altro, con questa mia amica uscirò domani mattina ( si, mi sono fatto convincere solo perché viene anche sua mamma e con lei parlo molto volentieri, visto che ti ascolta e non ti giudica subito) e andremo all’Ikea: mi piace come posto, vi porterò con me e farò tante foto delle cose mi incuriosiscono e poi ve le farò vedere tutte.

Insomma, in un certo senso oggi le ho dato buca per ricaricarmi in vista di domani, non sono stato neanche così tanto cattivo se la guardiamo sotto questo punto di vista: noi la penseremo così, in modo tale che io mi senta meno in colpa.

Molto probabilmente, però, mia madre cercherà di costringermi ad uscire, almeno per fare una passeggiata: vedremo se riuscirò a tenerle testa e a non uscire, ma per una camminata al sole, potrei anche cedere volentieri, staremo a vedere.

Noi, comunque, speriamo sempre in qualche gioia improvvisa che ci cambi la giornata e ci faccia essere felici di esserci alzati dal letto questa mattina, perché, detto molto semplicemente, tutti avremmo preferito rimanere sotto le coperte.

Come vi avevo preannunciato all’inizio, l’orario di pubblicazione è già cambiato, passando alle 13.35: la magia del tempo che passa, mi stupisce ogni volta.

 

Buona giornata.

 

 

#theguywhosaidalwaysno

 

Annunci

5 pensieri su “Don’t ask me to go out.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...