Ormai si tratta solo di ansia

 

L’Enciclopedia Treccani ci aiuta bene a dare una definizione a questa, a volte sconosciuta, parola.

 

-” ànsia s. f. [dal lat. tardo anxia, der. di anxius «ansioso»]

Stato di agitazione, di forte apprensione, dovuto a timore, incertezza, attesa di qualcosa: esserestare in apprensione per qualcunoper qualche cosa.”-

 

Così è facile, troppo facile. Sarebbe bello se l’ansia fosse solo quelle tre righe scritte.

In questo articolo ho deciso di parlare di un argomento importante, delicato e che tocca sempre più persone.Non posso non parlarvi i ciò che fa parte di me da ormai troppi anni, di quello che mi accompagna ogni mattina appena sveglio e che non mi lascia neanche quando sto per andare a letto, che mi culla anche durante il “sonno”: l’ansia.

Non è facile descriverla, non c’è un semplice stato d’animo che la possa raccontare e far scatenare al meglio: ma fidatevi, quando arriva la sentite, in tutta la sua prepotenza e voglia di distruggervi.

Questo ovviamente è un mio pensiero, che voi potete condividere oppure no, vi sembreranno esagerati i termini con cui la racconto, ma mai nessuna parola sarà abbastanza forte per farla capire.

L’ansia ti prende in qualsiasi momento, non ti avvisa, e di certo non ti dice nemmeno quando ti lascerà andare.

Ti prende, e da quel momento tu non sei più in grado di controllarti, è lei che controlla il tuo corpo, le tue azioni, ma sopratutto la tua mente. 

La cosa peggiore è che ti condiziona e non ti fa più continuare con la tua vita, è lei che ti guida e che decide cosa farai per i prossimi minuti o addirittura ore: sei un burattino nelle mani di un burattinaio pazzo.

 

-“In medicina e psicologia, il particolare stato d’incertezza e di timore, che può riguardare specifici oggetti o eventi oppure non averne alcuno di riconoscibile, può essere accompagnato nei casi più gravi da disturbi vasomotori e da penose sensazioni viscerali (costrizione toracica e laringea, ecc.)”-

 

Ecco, sempre l’Enciclopedia Treccani descrive bene i sintomi più frequenti di una persona che soffre di “stato di agitazione”: perché, pensavate davvero che i sintomi rimanessero soltanto nella vostra testa ? No, sarebbe troppo facile. 

Si manifestano, e ti rendono impossibile continuare la vita come prima.

 

ansia
Quando dopo tanto tempo l’apprensione ti lascia, te ne accorgi benissimo: è come scendere dai tacchi a spillo, e infilare le pantofole. ( Valeria Parrella)”
Anche voi soffrite di ansia ?
Se si, vi prego datemi qualche consiglio/suggerimento per cercare di contrastarla in qualche modo: ve ne sarei molto grato.
#theguywhosaidalwaysno
Annunci

5 pensieri su “Ormai si tratta solo di ansia

  1. Mi permetto di commentare e quindi di intromettermi in questa situazione particolare perché hai chiesto consigli. Ho pensato che potrei essersi di aiuto perché – ammetto senza timore – sono appena uscita dal periodo probabilmente pi7 buio della mia breve esistenza

    Liked by 1 persona

    • (Perdonami, ho premuto su “spedisci” per sbaglio)
      Dicevo, l’anno appena trascorso e quello precedente sono stati davvero difficili per me proprio a causa di questo bel mostriciattolo di cui hai parlato. Non hai neppure lontanamente idea delle assurdità cui pensavo e che facevo in modo mi preoccupassero in un modo incredibile. É stato duro uscirne, e non ti dico neppure per quale stupido morivo sono caduta in un simile, insidioso vortice. Fatto sta che ero spesso travolta da sensazioni negative e avevo la testa annebbiata, come penso ti senta anche tu in questo momento. Fatto sta che ti assicuro, é possibile uscirne. Io ne sono la priva vivente, e posso assicurarti che stare meglio in quei momenti era l’ultima cosa cui riuscivo a credere. Il consiglio piú valido che mi sento di darti é che quando ti senti particolarmente agitato, fermati per un istante e chiudi gli occhi. Respira a fondo e pensa. Rifletti su ciò che ti gironzola per la testa, e prova a darvi una spiegazione. Realizza se c’é realmente una ragione valida per sentirti in quel modo, e se c’é, cerca di trovarvi una soluzione. So che non é una cosa facile, penserai di certo che é una di quelle solite cose che si dicono giusto per parlare, ma le mie parole non potrebbero essere piú sincere. Sto tutt’ora combattendo al fine di non ricadere nelle grinfie di questo temibile demone, ma pian piano ci sto riuscendo e confido nel fatto che alla fine, la consapevolezza che non ci sia tempo a sufficienza per soffrire in una vita sola si farà spazio anche nel tuo animo.

      Liked by 1 persona

      • Ti ringrazio davvero tanto per queste tue belle parole: parlare con una persona che ha i tuoi stessi “problemi” ti può aiutare di più che con una persona che “sta bene”.. Loro cercano di aiutarti ma non capiranno mai quello che stai davvero provando, alcuni non capiscono e lo sottovalutano.. Io cerco piano piano di uscirci, di impegnarmi e di dire a me stesso che sto sbagliando a preoccuparmi così per ogni cosa, ma davvero non ci riesco. La maggior parte delle volte mi sento proprio morire dentro e le uniche cose a cui riesco a pensare sono brutte e peggiorerebbero le cose.. Sono davvero lontano dall’uscita..

        Liked by 1 persona

      • Essere lontani dalla via d’uscita non significa non riuscire mai a raggiungerla. Anche la mia mente era continuamente invasa da pensieri negativi, ma molto spesso si tratta soltanto di una fase, come sono sicura sia anche nel tuo caso, e ben presto passerà. Penso proprio tu sia giovane, forse piú grande di me, ma in ogni caso abbiamo ancora un bel po’ di tempo per godere della vita, quindi non c’é nulla di male nel vivere periodi bui. Anzi, se vuoi che ti dica la verità, può sembrare una cosa contorta ma in un certo senso mi sento in dovere di ringraziare me stessa per essere stata cosí male, per un semplice motivo: solo dopo aver provato sulla propria pelle cosa significa la preoccupazione, é possibile capire come impedire ad essa stessa di continuare a prendere il sopravvento. Nonostante non ti conosca, spero con tutto il cuore che tu riesca presto a sentirti meglio, perché fidati, ci riuscirai…. Anche se adesso può sembrare impensabile. Trust me!

        Liked by 1 persona

      • Hai scritto delle parole veramente belle nei miei confronti, ti ringrazio con tutto il cuore. Spero davvero sia solo un periodo, ma per adesso mi sembra più una vita fatta da ansia e tristezza intervallata da rari momenti di felicità, che non il contrario..
        Speriamo di saltarci fuori prima o poi, lo scopriremo.
        Comunque grazie ancora ❤️

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...