Super Bowl 2016

Vi capita mai di pensare a quello che stanno facendo le altre persone nel vostro stesso momento, magari anche dall’altra parte del globo ?

Ecco, a me molto spesso, e in queste ore ancora di più.

Io in questo pomeriggio non sto facendo niente di particolare; la cosa più “eccitante”, se così la possiamo definire, sta avvenendo proprio in questo momento mentre sto scrivendo l’articolo.

Fuori c’è un tempo assolutamente orribile, non piove ma non c’è neanche il sole; non c’è freddo ma neanche caldo; non c’è la nebbia ma neanche un cielo limpido.

Come dicevo, appunto, orribile.

Questo è quello che sto facendo io, invece, dall’altra parte del mondo, per la precisione in California, sta per andare in onda l’evento dell’anno: la 50° edizione del Super Bowl.

Lady Gaga si sta preparando ad intonare l’inno nazionale, mentre Beyoncé e i Coldplay si stanno riscaldando per l’halftime show.

Oltre 100 milioni di americani stanno già preparando il divano e sintonizzando la televisione per assistere a un qualcosa che ogni anno entra a far parte della storia: io, molto sinceramente, non conosco neanche il nome delle squadre che si andranno a scontrare ( grazie a Google ho scoperto essere i Carolina Panthers e i Denver Broncos), ma immaginare che un intero paese si fermerà, e che sono mesi che si sta preparando, per questo evento, mi rende emozionato quasi come se fossi lì nel Levi’s Stadium di Santa Clara.

Ma immaginatevi la soddisfazione per un cantante che, dopo anni e anni di duro lavoro, viene scelto per esibirsi in un tale evento: io ne andrei davvero fiero, molto di più rispetto al numero di CD venduti o alla posizione in classifica.

Prima di morire, il mio più grande sogno ( e sono tantissimi) è quello di poter assistere dal vivo a un Super Bowl: per adesso l’unica cosa che mi separa dall’avverarlo sono i 4 mila dollari necessari per avere un posto da dove non vedi neanche i giocatori, oppure 20 mila dollari per avere una poltrona in prima fila. Neanche in tre vite riuscirò a mettere da una parte una tale somma di denaro.

Mi ricordo come se fosse ieri il Super Bowl 2015, dove una spettacolare Katy Perry si esibiva durante l’halftime show e io stavo impazzendo come una teenager alla sua prima cotta adolescenziale.

Vi lascio il link della sua performance:

 

Ricapitolando, io ho finito di scrivere l’articolo e Beyoncé ha finito di fare le prove per cantare davanti a milioni e milioni di americani: non vedo differenze, voi ?

 

Preparatevi per ricevere, domani, una dettagliata valutazione di tutto quello che è successo.

 

 

#theguywhosaidalwaysno

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...