DISAGIO

E’ da un po’ di tempo che ci sto pensando e credo che sarebbe perfetta per me: aprire una rubrica interamente dedicata al disagio.

Si cari miei, avete letto bene: il disagio.

Tutti ne siamo afflitti, chi di più e chi meno, chi lo sa nascondere meglio, e chi invece lo mette in mostra senza farlo apposta purtroppo.

Credo che ormai faccia parte di me insieme all’ansia, anche se quest’ultima ha ancora la precedenza su tutto.

Aprire una rubrica e raccontarci gli episodi più vergognosi e scabrosi della vostra/nostra esistenza, tanto per farci capire che siamo tutti uguali e farci affrontare al meglio questa triste verità.

Come sempre inizio io a raccontare.



Potrei fare un elenco dei disagi che quotidianamente mi affliggono, ma oggi vi voglio parlare di quello più recente e dannoso: la macchina.


Con tanta difficoltà, appunto, sto cercando di prendere la patente ( lo so, questa cosa vi può molto aiutare per capire la mia età, ma non è detto, infondo potrei avere 18 anni, come 25 oppure 40, nessuno lo saprà mai con certezza).

Ho passato al primo colpo la teoria, pensando che sarebbe stato uno scoglio insormontabile e chi mi sarei impantanato subito su quella, ma fortunatamente è andata meglio delle mie aspettative, rivelando però poi il difficile mondo delle guide.

Voi dovete sapere che sono la classica persona “impedita” ( non so se sia propriamente utilizzato come termine, perciò scusatemi), o più comunemente “maldestra o impacciata”.

Cammino e inciampo, mi siedo e sbatto la testa contro il muro, bevo e mi sbrodolo tutto addosso, mangio e mi cade cibo e forchetta sui pantaloni, prendo qualcosa in mano e la faccio cadere: ci siamo capiti no ? (non ditemi che dovrei farmi vedere da uno bravo perché poi è la volta buona che mi metto a piangere) 

Ecco, figuratevi come potrei essere al volante.

Ora fortunatamente grazie alle guide che sto facendo ( e non grazie all’autoscuola visto che sono riuscito a scegliere la più schifosa di tutta la città e che ha la macchina continuamente rotta o l’istruttore continuamente impegnato), le cose stanno migliorando: ringraziamo tutti i miei genitori che con grande spirito di avventura hanno deciso di intraprendere questo viaggio senza uscita assicurata insieme a me.

Con mia grande sorpresa sono molto migliorato e ora so guidare decentemente, la macchina non mi spegne più e ormai io, la frizione, l’acceleratore e il cambio siamo una cosa sola: mi devo fare i complimenti da solo, non pensavo di arrivare dove sono ora. 

Ma adesso arriva il pezzo più difficile e traumatico di tutta la storia: i parcheggi.

Sono andato oggi pomeriggio a provare a fare qualche manovra, ma sono tornato a casa dalla disperazione: ragazzi, io la macchina la lascio in garage e vado a piedi.

Non so se mi convenga di più andare a piedi a Lourdes per fare una preghiera o vendere la mia anima al diavolo per riuscire a fare un parcheggio decente, stando all’interno degli “stalli” ( ma guardate che linguaggio tecnico, sono troppo bravo)

Credo che opterò per la seconda, prendo appuntamento e vado. 

Inoltre, come se non bastasse, ogni volta che ho guida con l’autoscuola, ho un tale livello di ansia che potrebbe essere tagliato con il coltello: non riesco a mangiare nulla, e sono in uno stato di depressione acuta tutta la giornata.

Non si può vivere così, non so cosa darei per poter passare qualche giorno in totale serenità, libero da ogni crisi di panico.

Per ora la rubrica “Disagio” termina qui, ma si riaprirà molto presto con altri interessanti capitoli riguardanti la patente e tantissime altre cose. Stay tuned. 








#theguywhosaidalwaysno 

Annunci

2 pensieri su “DISAGIO

  1. Ahahahaha oddio meraviglioso!!! XD
    Facciamo una rubrica in collaborazione sul disagio, verrebbe fuori una cosa bellissima! XD

    Comunque io i parcheggi una volta li sapevo fare, poi a forza di infilare la macchina solo nei parcheggi a lisca di pesce ho mano a mano disimparato raggiungendo livelli imbarazzanti. Sigh. Ci vuole tanta, tanta, tanta pratica. In ogni modo VIVA I PARCHEGGIONI FACILONI! (io sono capace di girare e girare ignorando parcheggi presenti ma difficili pur di trovarne uno facilone lol).

    Liked by 1 persona

    • Facciamo la nostra prima collaborazione, da veri vipssss 😂😂 Ahaha se cerchi la parola disagio sul dizionario trovi la mia faccia, poi con il fatto che non mi piace guidare, ancora peggio la situazione Ahaha ma ovvio, quando avrò la patente, la macchina sarà sempre parcheggiata lontana da altre auto e nel posto più facile ahahah

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...